PROSPEKTIV Passione ed entusiasmo per l'azienda

Vai ai contenuti
PASSIONE ED
ENTUSIASMO
Le esperienze acquisite dai soci e dai consulenti di Prospektiv, anche all’interno di prestigiose multinazionali, verranno messe a disposizione del cliente tenendo conto delle esigenze specifiche e con costi competitivi.
CONSULENZA FINANZIARIA
Aiutiamo le aziende per l'accesso al credito bancario.
  • Analisi della Centrale Rischi  Banca d’Italia.
  • Analisi economico finanziaria  dell’Azienda.
  • Analisi e monitoraggio delle linee di credito.
  • Consulenza Creditizia per il  miglioramento dei parametri aziendali.
  • Tesoreria e pianificazione  finanziaria ed economica.
  • Elaborazione Business Plan e Report Creditizio.
CONTABILITA’ GENERALE
Supporto per sostituzione temporanea di personale
  • “Temporary management / sharing management”.
  • disponibilità parziale in azienda di figure con professionalità elevate.
  • Attività di ricostruzione dati, riconciliazioni contabili e supporto per situazioni di “crisi”.
  • Tenuta della contabilità per piccole e medie aziende.
CONTROLLO DI GESTIONE
  Analisi dei processi
  • Predisposizione manuali e piani dei conti, supporto nella definizione di procedure amministrative.
  • Assistenza in caso di migrazione a nuovi sistemi informativi.
  • Implementazione, aggiornamento periodico,  manutenzione di sistemi di  reporting.
  • Implementazione, analisi e sviluppo della contabilità di magazzino.
  • ​Analisi della redditività di impresa, divisione, commessa.
AREA LEGALE
Supporto per la gestione del contenzioso legale
  • Contrattualistica
  • Gestione e recupero del credito, anche attraverso le Pubbliche Amministrazioni.
  • Attività di liquidatore delle procedure concorsuali.
  • Concordati stragiudiziali, transazioni.
  • Analisi del rischio e valutazione del portafoglio di contratti aziendali.
COMMUNITY
26/06/2024

Oggi trattiamo nello  l’argomento della valorizzazione del magazzino e più in particolare delle rimanenze di materie​ prime, semilavorati, prodotti finiti.
 
Le rimanenze di magazzino rappresentano i​ beni non durevoli, destinati alla produzione​ e alla vendita; sono beni che si riferiscono​, infatti, a cicli produttivi non conclusi​ nel esercizio in analisi, ma che termineranno​ negli esercizi successivi.​
 
Vanno quindi distinti i beni che​ rappresentano un investimento duraturo​ (iscritti nelle immobilizzazioni) dai beni che​ entrano nel ciclo produttivo / commerciale,​ma destinati comunque ad essere ceduti in​ tempo breve (rimanenze dell’attivo​ circolante).​
 
Nel conto economico non appaiono i valori in forma esplicita delle rimanenze, bensì,​ come previsto dalla normativa, solamente la variazione finale delle rimanenze.​
 
La variazione finale complessiva è data dalla differenza tra le rimanenze iniziali e​ le rimanenze finali.​
 
All'interno della Nota Integrativa andranno indicate le seguenti informazioni:​
 
- i criteri di valutazione;​
 
- eventuali modifiche dei criteri di valutazione rispetto al esercizio precedente;​
 
Secondo i principi contabili, le rimanenze di magazzino devono ​essere valutate al minore tra il costo storico​ ed il valore di mercato.​
  
Come previsto dalla normativa civilistica, le​ rimanenze sono valutate con il criterio del​ costo.​
 
COSTO DI PRODUZIONE​
 
È l’insieme delle spese sostenute dall'impresa per la​ produzione del bene.​
 
È formato da:​
 
- costo dei materiali utilizzati;​
- costo della manodopera;​
- costi indiretti relativi alla produzione;​
- quota delle spese generali imputabili alla produzione.​
 
COSTO DI ACQUISTO​
 
È il prezzo di acquisto, ovvero l’importo che​ si desume dalla fattura emessa dal​ fornitore.
 
 
Il valore del magazzino è lo stesso sia nel bilancio che nei reports gestionali.
19/06/2024

Oggi vediamo il concetto di costi standard.
 
In alcune situazioni la contabilità analitica diventa più efficace se utilizza i costi standard.
 
Sono costi PRENTIVI ed IPOTETICI che verranno poi confrontati con i costi effettivamente sostenuti.
 
Vengono calcolati prima dell’effettivo svolgimento delle attività produttive, di norma utilizzati per la costruzione del Budget.
 
Sono ipotetici, sono determinati da ipotesi di andamento della produzione e quindi si possono discostare da quello che poi verrà effettivamente sostenuto.
 
Sono costi predeterminati con riferimento a dati oggettivi , a date quantità e a determinate ipotesi di produzione.
 
Rappresentano i costi che l’azienda subirebbe qualora operasse nelle condizioni ipotizzate per il loro calcolo.
 
Sono dei parametri di riferimento con i quali vanno confrontati i costi effettivamente sostenuti.
 
Sono dei costi obiettivo in quanto rappresentano il livello di costi che l’azienda dovrebbe sostenere per operare in condizioni di difficoltà.
 
Il calcolo dei costi standard ha lo scopo dei controlli dei costi in quanto indicano il costo di produzione di un determinato prodotto/servizio riferito a determinati livelli di efficienza presi a base per la costruzione degli standard stessi.
 
Sono fondamentali nella costruzione del budget e devono essere confrontati con i costi effettivamente sostenuti.
 
Sono fondamentali nella determinazione del costo preventivo delle materie prime e nel costo della manodopera ed utilizzati per la corretta imputazione nella definizione dei costi riepilogati nella distinta basa.
 
La distinta base elenca tutti i materiali e le relative quantità necessarie alla realizzazione di una unità di prodotto o di un lotto di produzione.
12/06/2024

Introduciamo oggi il concetto di costi.
I costi si dividono in
- Costi Variabili
- Costi Fissi
- Costi semi-variabili o semi-fissi
Quest’ultimi sono i costi che hanno una componente di costo fisso e una parte di costo variabile come, ad esempio, il costo del personale, fisso nel costo mensile, variabile nella parte dei costi legate alle ore lavorate per straordinario, o eventuali premi di produzione.
- Anche le utenze soprattutto relativi a quelle dell’energia elettrica fanno parte di questa categoria.
Per la corretta individuazione del “Break Even Point” è necessario conoscere:
· Il fatturato previsto
· La marginalità delle vendite
· I costi totali quelli fissi e i variabili
Il “Break Even Point” è il punto di rottura è dato dal fatturato generato e la sua marginalità è in grado di coprire tutti i costi fissi e quelli variabili.
Introduciamo poi altri concetti che vedremo nelle prossime settimane, semplici, ed indispensabili:
Ricavi totali = Prezzo unitario di vendita X Unità di prodotto venduto.
Costi totali= Costi fissi + Costi variabili.
Costi variabili totali = Costo variabile singolo prodotto X Unità di prodotto venduto.
Temporary manager

Temporary Manager = figura di alto profilo in grado di gestire le fasi strategiche di un processo aziendale, e’ una soluzione moderna ed efficace in cui la gestione di un’impresa o di un progetto specifico. Solitamente il temparary manager rappresenta una soluzione intermedia, tra un consulente e un dirigente tradizionale, di cui l’impresa può servizi per migliorare le proprie performance.
L’impiego del  temporary management solitamente avviene in momenti essenziali e nelle fasi strategiche dello sviluppo aziendale, sia negative come nel caso di riduzioni di personale o riassestamento economico, che positive come nel caso di una crescita delle vendite o di sviluppo di nuovi business.
Il temporary manager non è però da confondere con un dirigente a tempo determinato.
L’attività del primo è infatti finalizzata a realizzare un progetto di cambiamento aziendale , il dirigente con contratto a tempo determinato invece si concentra sulla continuità aziendale.
Il temporary manager è un ex-dirigente o top manager, che ha scelto di mettere a disposizione le proprie competenze per la realizzazione di progetti sfidanti. E’ una risorsa in grado di adattarsi rapidamente a nuove organizzazioni aziendali, e soprattutto ha avuto la capacità di costruire una rete di rapporti umani in grado di fornire indicazioni su nuovi progetti aziendali.
Atri requisiti fondamentali sono la leadership in grado di coinvolgere la proprietà e il personale aziendale nella nuova visione aziendale che il cambiamento rende indispensabili.

Via Dante, 41
21040 - Gerenzano ( Va )
Telefono 02 96480888
Email ; aziende@prospektiv.it
Partita Iva : 02930580127

Torna ai contenuti